ripex.net · 25/01/2023

48 ore a Londra

Ancora in volo verso una capitale europea. Dopo Dublino e Parigi questa è la volta della capitale britannica. Torniamo a Londra a distanza di 10 anni, un ritorno per immergerci nel clima british di questa città, anche se è più che mai una città cosmopolita, una città che ti sa conquistare fin da subito. Per l’occasione decidiamo di alloggiare in pieno centro al Zedwell Piccadilly Circus.
Si tratta di una struttura moderna, con camera minimal (forse anche troppo) e con un particolare forse non trascurabile per qualcuno, ovvero l’assenza di una finestra in camera. Di sicuro uno dei pregi maggiori è la sua posizione in pieno centro, comodo per visitare la città.

Cosa fare a Londra in due giorni?

Sicuramente c’è l’imbarazzo della scelta. I luoghi più iconici della città sono davvero tanti ed uno più famoso dell’altro sia per bellezza che per storia e in caso di una visita a Londra, prendervi l’impegno di vederne il più possibile.
Ovunque deciderete di documentarvi prima di partire, nella lista dei luoghi da visitare troverete sicuramente il Big Ben, il Tower Bridge, Trafalgar Square e Piccadilly Circus, ma anche il Parlamento, la Torre di Londra, la Cattedrale di St Paul, Buckingham Palace e l’Abbazia di Westminster oltre ad una serie di musei alcuni dei quali gratuiti, che sapranno sicuramente riempire le vostre giornate in città.

Da non perdere

La lista comunque non si esaurisce qui, visitare Londra vuol dire lasciarsi coinvolgere dall’unicità della città, dalla sua stravaganza e dalla sua capacità di essere antica e moderna allo stesso tempo, elegante e romantica e sicuramente originale. Non potete visitare la capitale britannica senza essere saliti al piano superiore dei suoi bus rossi, senza aver attraversato in lungo in largo la città utilizzando alcune delle undici linee della “Tube”, senza confondervi con i londinesi sorseggiando una birra in uno dei tantissimi pub della città o ancora senza aver iniziato una giornata con una classica colazione inglese. Noi, ad esempio, lo abbiamo fatto al Cafè Rouge a due passi dal Millenium Bridge, proprio di fronte a St. Paul, una bella location con vista sulla cattedrale.

Portobello Road

Se siete appassionati del vintage e amanti dello street food non mancate di recarvi in Portobello Road nel quartiere di Notting Hill, in quello che è il più famoso mercato londinese. Il momento migliore per visitarlo è indubbiamente il sabato mattina, quando la strada si riempie di bancarelle con ogni genere di articoli. Al termine della via una serie di stand gastronomici vi permetteranno di spaziare dalla colazione tipicamente inglese alla cucina più etnica, uno street food che abbraccia i gusti di mezzo mondo.

Borough Market

Sempre in tema di cibo, non possiamo non segnalarvi il Mercato Borough, lo storico mercato gastronomico nel quartiere di Southwark. Anche qui lasciatevi guidare dal gusto e dai profumi del cibo cucinato nei vari stand e proveniente da tutto il mondo, dove vi mescolerete tra i turisti e i locali che abitualmente affollano questo mercato. Meno caratteristico ma ottimo per un break il mercato metropolitano, aperto nel 2016 in quella che era una vecchia cartiera, un luogo dove incontrarsi e gustare una delle tante proposte culinarie o semplicemente bere una buona birra o un drink.

Brick Lane

Brick Lane è un’altra location di Londra, sicuramente imperdibile. Tra murales, bancarelle, cibo da strada, negozi di articoli vintage e musicisti dal vivo, in una cornice davvero frizzante e stravagante, Brick Lane deve essere inserita nell’elenco dei luoghi da visitare, compresa la sosta al Beigel Bake per gustare uno dei loro famosi panini in stile ebraico con manzo e senape o salmone. La lunga fila fuori (per altro veloce) e le ottime recensioni fanno ben sperare, ma non vogliamo influenzarvi e lasciamo dunque a voi il giudizio.

Fiori e oriente

Se amate i fiori e vi trovate in zona la domenica, poco distante c’è Columbia Road con il suo caratteristico mercato domenicale di fiori. Una location meno turistica rispetto alle altre, ma che vi farà sentire un po’ più londinesi e meno turisti. Per una serata diversa invece, potreste scegliere un giro in Chinatown, quartiere particolarmente vivace vicino a Piccadilly Circus con un’infinità di locali. Per la cena vi segnaliamo San Chiu Dim un piccolo ristorante a conduzione familiare che ci sentiamo vivamente di consigliarvi.

In giro per Pub

Come detto non puoi visitare Londra senza una sosta in un Pub. Ve ne segnaliamo alcuni che meritano una visita.
The Albert, a due passi da Westminster, in Victoria Street, un locale risalente al 1864, un mix tra storia e tradizione nel cuore della city.

The King’s Arms è il secondo pub che vogliamo indicarvi un po’ nascosto, situato nel vivace quartiere di Borough. Serve anche piatti britannici classici ma noi ci siamo limitati a bere una buona birra. Locale caratteristico ed accogliente.

Per concludere, The Southwark Tavern un bel pub stile inglese appena fuori dal Mercato Borough con una buona selezione di birre.

Speriamo con questi consigli di avervi regalato qualche utile spunto per un vostro futuro soggiorno a Londra.