Tour della Sicilia

Tour della Sicilia

E’ stata la prima vacanza ufficiale con la roulotte al seguito e devo dire che se il buongiorno si vede dal mattino. credo di potermi aspettare in futuro, tante belle giornate.
La meta di questa vacanza è per me un ritorno, anche se i ricordi risultano essere un po’ sbiaditi visto che da allora è passata qualche decina di anni. Sapevo di dovermi aspettare luoghi e paesaggi da cartolina, e così è stato anche questa volta.
Ma veniamo al diario giornaliero di questa vacanze in Sicilia.


Giorno 1

Partenza ore 4:30 del 1 agosto da Monza. Il programma dovrebbe prevedere un paio di soste la prima all’altezza del lago di Bolsena la seconda a Sala Consilina. Km dopo km passiamo Bolsena, passiamo Roma, passiamo Napoli e verso le 17 ci ritroviamo a Sala Consilina. Dopo aver constatato che l’area di sosta presso Hotel Vallis Dea non rispettava i nostri parametri, decidiamo di raggiungere la costa ed arrivati a Sapri, sostiamo al primo camping che incontriamo sulla strada. Poco importa come sia, l’importante è una doccia, una cena ed una bella dormita.

Sequenza 01.Immagine040

Giorno 2
La mattina successiva si riparte da Sapri, destinazione Letojanni e ci accorgiamo quanto sia lunga e tortuosa la Calabria. Verso mezzogiorno, raggiungiamo Villa San Giovani e dopo la telenovela alla biglietteria del traghetto ci imbarchiamo. Alla fine decidiamo di fermarmi al Camping Paradise di Letojanni. Il campeggio ci soddisfa ed il fatto di avere la piazzola fronte mare rende il soggiorno ancora migliore.

Giorno 3
Secondo programma riserviamo questa giornata alla visita di Taormina, una giornata tranquilla con pomeriggio di relax in spiaggia.

Sequenza 01.Immagine004
Sequenza 01.Immagine006

Giorno 4
Questa è la giornata dell’Etna, tranne che dal punto meteorologico. Raggiungiamo in auto il rifugio Sapienza e in attesa di capire le intenzioni del tempo visitiamo i crateri dell’eruzione del 2001. Purtroppo il sole si intravede raramente, giusto per qualche scatto, mentre la pioggia sembra volerci accompagnare fino al mare. Ci accontentiamo e a malincuore rinunciamo alla salita. Sulla strada del rientro al campeggio sosta con bagno all’Isola Bella di Taormina (Mi riservo di dare un giudizio in un prossimo futuro, come per San Vito lo Capo, sarà da rivede in un periodo diverso e non certo ad agosto)

Sequenza 01.Immagine009
Sequenza 01.Immagine013

Giorno 5
Parco fluviale dell’Alcantara. Ho un ricordo sbiadito della gola frequentata oltre 30 anni fa e ci tenevo a rivederla. Per meglio assaporare la bellezza del luogo decidiamo per il body rafting, esperienza piacevole che consiglio.

Sequenza 01.Immagine007
Sequenza 01.Immagine008

Giorno 6
Lasciamo Letojanni direzione sud, con destinazione Pozzallo. Scegliamo su internet il Camping The king’s Reef. Arriviamo verso l’una, piazziamo la roulotte, mangiamo e decidiamo di fare un giro fino a Portopalo di Capopassero. Lungo la strada spiagge, spiagge e ancora spiagge, così decidiamo di parcheggiare bordo strada e vivere un po’ la spiaggia ed il mare della zona, ma intanto valutiamo l’idea di cercare un nuovo campeggio, il King’s Reff non ci soddisfa affatto .

Sequenza 01.Immagine059

Giorno 7
La mattina successiva di buon ora, ci spostiamo a Sampieri presso il Camping La Spiaggetta, degno di essere chiamato camping. Struttura recente, piazzole ampie, spiaggia grande e poco affollata, peccato per la poca ombra e la musica dal vivo a mezzanotte Sistemata la roulotte partiamo per il giro programmato. Scicli, Modica, il castello di Donnafugata e Puntasecca giusto per restare in tema del commissario Montalbano.
Giro intenso, caldo intenso, tutto intensamente bello.

Sequenza 01.Immagine014
Sequenza 01.Immagine016
Sequenza 01.Immagine019
Sequenza 01.Immagine020

Giorno 8
C’è davvero molto da vedere anzi troppo e tante volte la voglia di non tralasciare nulla rischia di non farti godere a pieno la bellezza dei luoghi. Dobbiamo fare delle scelte e quindi decidiamo per dedicare la mattinata alla visita di Noto, il giardino di pietra o la perla del barocco. Ci sentiamo infatti immersi nel vero barocco siciliano e nel clima della Sicilia quella vera. Nel tardo pomeriggio lasciamo Noto per far rientro al campeggio giusto in tempo per un tuffo con tanto di tramonto sul mare, il tutto direttamente dalla spiaggia del campeggio.

Sequenza 01.Immagine024
Sequenza 01.Immagine025
Sequenza 01.Immagine027

Giorno 9
Si riparte, lasciamo Sampieri con destinazione Agrigento. Secondo il programma c’è da visitare la valle dei templi e la scala dei turchi. Pernottiamo al Camping Nettuno, qualitativamente discutibile ma strategicamente ottimo. La sera stessa dell’arrivo decidiamo per la visita della valle dei templi al tramonto e in notturna con tanto di visita guidata.
Lo spettacolo è assicurato e soprattutto la temperatura è accettabile.

Sequenza 01.Immagine030
Sequenza 01.Immagine031

Giorno 10
Avremmo voluto goderci la bella e grande spiaggia di fronte al campeggio ma il forte vento ed il mare più che agitato, ci hanno spinto a fare altro. Dopo aver provveduto a rimpinguare la dispensa, nel pomeriggio abbiamo raggiunto la Scala dei Turchi. Anche in questo caso il meteo non ci ha aiutato ma sicuramente è una visita da mettere assolutamente in programma, un vero capolavoro della natura.

Sequenza 01.Immagine032
Sequenza 01.Immagine035

Giorno 11
Salutiamo Agrigento e ci spostiamo ancora più ad ovest, ci aspetta Selinunte ed anche una serata tra amici. Per l’occasione pernottiamo al camping Helios a Trascina di Selinunte (dovendo stare solo una notte non ci formalizziamo…) Nel pomeriggio visita all’area archeologica di Selinunte ed in serata raggiungiamo e ceniamo con amici originari di Torretta Granitola, ma residenti a pochi centinaia di metri da casa nostra. Com’è piccolo il mondo.

Sequenza 01.Immagine038
Sequenza 01.Immagine039

Giorno 12
Dopo aver raccolto le nostre cose lasciamo anche Triscina per risalire la Sicilia e avvicinarci alla zona di San Vito lo Capo. Preferiamo fermarci a Scopello (Camping Baia di Guidaloca). Arriviamo giusto in tempo per un tuffo nelle azzurre acque della baia e per poter poi visitare il baglio di Scodello con sosta nella piazzetta a sorseggiare una granita al caffè ed a gustare un ottimo cannolo.

Sequenza 01.Immagine041
Sequenza 01.Immagine043

Giorno 13
In mattinata decidiamo di scendere alla tonnara davanti ai famosi faraglioni di Scopello per fare qualche foto e magari un tuffo prima di iniziare il nostro consueto giro. Poco dopo le 8 eravamo già sul posto ma essendo proprietà privata l’ingresso era possibile solo dalle ore 9 e previo acquisto di biglietto d’ingresso. Non sopportando di dover pagare per un tuffo in mare decidiamo per una foto dei faraglioni dall’alto e poi via destinazione Erice, con tanto di sosta alla pasticceria Grammatica. Sia Erice che la pasticceria meritano davvero un visita, quindi se siete in zona mettete in preventivo questa sosta. Nel pomeriggio si prova l’avventura a San Vito lo capo. Quella spiaggia e quel mare visto spesso in foto ispirano molto, tanto da spingerci ad una deviazione per raggiungere la tanto decantata località siciliana. Probabilmente però, abbiamo una concezione del mare tutta particolare che non prevede ne di passare una giornata intera in spiaggia, ne di dover girare alla disperata ricerca di un parcheggio ne di dover camminare sotto il sole cocente chissà per quanti incalcolabili minuti il tutto solo per conquistarci un poso sulla fine sabbia di San Vito. (Esperienza da fare ma sicuramente in un altro periodo dell’anno e non a ridosso di ferragosto) Alla luce di tutto questo, decidiamo così di girare l’auto e abbandonare San Vito con destinazione Trapani. Il nuovo programma prevede la visita alle saline e al museo del sale di Paceco, magari meno alla moda ma sicuramente più interessanti. Peccato che l’orario non sia coinciso, perché sarebbe stato davvero bello attendere li il tramonto. Se dovesse capitarvi l’occasione non perdetevela.

Sequenza 01.Immagine042
Sequenza 01.Immagine045
Sequenza 01.Immagine046
Sequenza 01.Immagine048
Sequenza 01.Immagine049

Giorno 14
Inizia l’operazione rientro. Lasciamo Scopello con destinazione la costa orientale. Scegliamo di nuovo il Camping Paradise come appoggio. Attraversando la Sicilia scopriamo con stupore quanto sia bella la parte centrale. Purtroppo siamo solo di passaggio e non c’è l’occasione di fermarsi ma ci sarà sicuramente da programmare una seconda vacanza sull’isola in quanto abbiamo lasciato sul tragitto davvero tante cose da visitare.

Giorno 15, 16 e 17
Dopo tanti km e prima di risalire la penisola ci concediamo qualche giorno di relax a Letojanni dove, se la spiaggia non è sicuramente quella caraibica, il mare è invece sempre invitante. Nei giorni di soggiorno al Camping Paradise non riusciamo a restare completamente fermi ed infatti approfittando una giornata meterologicamente instabile, raggiungiamo prima Piazza Armerina per visitare la Villa Romana del Casale (merita davvero) e poi Caltagirone giusto in tempo per salire e fotografate la famosa scalinata prima che si scatenasse il diluvio. Non contenti nei giorni di “riposo”ci concediamo altri quattro passi per Taormina e per finire facciamo un salto a Savoca con tanto di granita e cannolo al rinomato bar Vitelli famoso grazie la film “Il padrino” di F.F. Coppola con Al Pacino.

Sequenza 01.Immagine051
Sequenza 01.Immagine052
Sequenza 01.Immagine054
Sequenza 01.Immagine055

Giorno 18 e 19
Si parte per il continente. La risalita della penisola sarà questa volta in tre tappe con sosta in provincia di Salerno da parenti e sosta alle Marmore per ammirare i 165 metri delle cascate anche in versione notturna.

Sequenza 01.Immagine058
Sequenza 01.Immagine057

Giorno 20
Arrivo a casa dopo circa 4000 km. È stata la nostra prima vera vacanza in roulotte e come ho già scritto è stata sicuramente positiva, positiva la vita in roulotte, positiva la Sicilia, location di questa estate, positiva la gente incontrata. Ora non ci resta che programmare la prossima ed in nomination per l’estate 2014 c’è l’Andalusia e la Bretagna. Dopo tanto caldo e dando un occhio alle temperature spagnole in agosto, non escludo che la scelta potrebbe ricadere sulla regione d’oltralpe, ma forse è un pò presto per pensarci…

I numeri della vacanza

Giorni totali 20
Km. Totale circa 4.000 (ho azzerato involontariamente il parziale)
Campeggi utilizzati 7

Sapri – euro 25,00 (prezzo di favore per il solo permottamento)
Letojanni – Paradise – euro 60,00
Pozzallo – The king’s Reef – euro 30,00
Sampieri – La spiaggetta – euro 45.00
Agrigento – Nettuno – euro 45.00
Triscina di Selinunte – Helios – euro 47.00
Scopello – Baia Guidaloca – euro 43.50

Totale campeggio euro 792,00
Totale Benzina euro 651,00
Totale Visite euro 302.00
Totale Pedaggi euro 171.80 (autostrada) 150,00 (traghetto)

Qualsiasi valutazione fatta dei campeggi utilizzati va considerata per il tipo di utilizzo che ne abbiamo fatto noi, che è stato principalmente di appoggio / pernottamento e di sicuro non di luogo per una vacanza.
Quote giornaliere comprendono Auto + Caravan + Luce + 4 persone